Avvisi e Modelli di Domanda

Terremoto Centro Italia: come richiedere il sopralluogo presso le abitazioni private ubicate nel Comune di Rieti 

I cittadini possono fare domanda di verifica come appresso indicato.

A chi devo richiedere la verifica della mia casa?
Puoi fare richiesta al tuo Comune compilando il Modello IPP “Istanza di sopralluogo per edifici/opere pubbliche, privati”. È opportuno che al modello sia allegata una breve documentazione fotografica che riprenda i danni denunciati.

Come devo presentare il Modello IPP?

Puoi presentare il modello IPP sopra indicato:

  1. all’Ufficio Relazioni con il Pubblico, sito in Piazza Vittorio Emanuele II, n. 1, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle ore 13:00 ed il martedì ed il giovedì dalle ore 15:30 alle ore 17:30
  2. Inviando una mail all’indirizzo protezionecivile@comune.rieti.it.

Una volta presentata domanda, chi svolge la verifica?

La verifica è a cura di tecnici abilitati Aedes (Agibilità e danno nell’emergenza sismica) o esperti. Questi tecnici devono essere stati formati in uno dei corsi sulla “Valutazione di agibilità e rilievo del danno”, organizzati secondo lo standard condiviso col Dipartimento della Protezione Civile.

Che cos’è la scheda Aedes?

La scheda Aedes - utilizzata a partire dal terremoto umbro-marchigiano del 1997 e in tutti gli eventi sismici successivi - è un scheda per il rilevamento speditivo dei danni, la definizione di provvedimenti di pronto intervento e la valutazione dell’agibilità post-sismica di edifici con tipologia strutturale ordinaria (in muratura, in cemento armato o acciaio intelaiato o a setti) dell’edilizia per abitazioni e/o servizi. Questa scheda non può essere applicata a edifici industriali (quali ad esempio i capannoni prefabbricati, per i quali si una scheda dedicata), monumentali (in particolare le chiese, per le quali esiste un altro tipo di scheda), o altri manufatti (come, ad esempio, i serbatoi), né a ponti e altre opere infrastrutturali.

E dopo?

Sulla base delle richieste di sopralluogo e della documentazione fotografica allegata il Dipartimento della Protezione Civile - Dicomac (Direzione di Comando e Controllo), programmerà i sopralluoghi secondo l’evidenza delle lesioni o degli altri danni evidenziati, a partire dai territori dei Comuni più intensamente colpiti.

Il Dirigente della Protezione Civile

Ing. Domenico Cricchi

Il Sindaco

Simone Petrangeli

 


 

Evento alluvionale del 13/09/2012