Incontro assistenza specialistica

L'Assessore alle Politiche sociali, Stefania Mariantoni, ha incontrato separatamente i dirigenti scolastici e i genitori degli alunni disabili che usufruiscono dell'assistenza specialistica. Nel corso della riunione si è parlato delle modifiche apportate al servizio e del suo andamento nelle prime due settimane di scuola.

L'integrazione tra le ore di assistenza specialistica e quelle dell'insegnamento di sostegno ha portato ai risultati sperati e ora appare evidente l'esigenza di una riqualificazione del servizio.

Nel corso della riunione i genitori hanno evidenziato come negli anni passati, in molti casi, si presentava una sovrapposizione d'interventi sul singolo bambino, che, di fatto, rallentava l'acquisizione dell'autonomia. I genitori hanno chiesto una maggiore attenzione alla qualità dei servizi, più che alla quantità delle ore, anche finalizzata alla distinzione definitiva tra l'assistenza di base, di competenza delle scuole, e l'assistenza specialistica, di competenza del Comune. Fino ad ora, infatti, proprio la sovrapposizione di questi due ruoli aveva portato a un'inefficace erogazione dei servizi.

Ottimo riscontro si è avuto alla proposta, formulata ai genitori dall'Assessore Mariantoni, di costituire un comitato che possa lavorare con l'Amministrazione comunale alla definizione delle prossime linee direttive dei servizi a favore dei ragazzi disabili.

Ai dirigenti scolastici, invece, è stato proposto di istituire un tavolo di coordinamento tra Comune, ASL, Istituti scolastici e Ufficio regionale scolastico per la definizione dei piani d'intervento personalizzati.
Tale tavolo valuterà le esigenze dei singoli ragazzi e le risorse che ogni istituzione può mettere a disposizione per garantire servizi efficaci e sostenibili.

Tags: 

Argomento: