Approvati dalla Giunta quattro progetti relativi alle Smart Cities

Approvati dalla Giunta i quattro progetti relativi alle Smart Cities, in ordine all'avviso pubblicato dal MIUR il 5/07/2012, denominati "MIRROR", "SEEDS", "INTERESSA – Integrazione delle reti a sostegno della salute degli anzianie dei meno abili" e "O.L.T.R.E. – Organizzazione Locale per Trasporti Reti ed Energia (una piattaforma aperta per l'infomobilità e la mobilità integrata)".
Il progetto "MIRROR", intende realizzare e sperimentare presso la Pubblica Amministrazione soluzioni avanzate in ambito di Salute e telemedicina e il Comune di Rieti sarà inserito in attività di sperimentazione delle attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale contenute nel progetto stesso.
"SEEDS" intende invece realizzare soluzioni avanzate in ambito di Scuola Digitale e Servizi per la Pubblica Amministrazione con lo svolgimento di attività di sperimentazione presso il Comune di Rieti. Il progetto "INTERESSA", che ha visto l'adesione dell'Assessorato alle Politiche Sociali, ha come base la salute del soggetto (anziano sano, malato, soggetto disabile, debole) e la valorizzazione della Rete di Prossimità, volontaristica e non convenzionale che costituisce un elemento innovativo della proposta, insieme alle componenti di innovazione tecnologica. Il progetto genera un sistema di servizi rivolti alle persone che integrando i sistemi di rete migliorano la qualità di vita dei soggetti. Alcuni di questi servizi sono già presenti tra le prestazioni della sanità pubblica e dei servizi sociali e su questi il progetto interviene generando ottimizzazione operativa e migliorandone !a gestione economica. "La salute di ogni soggetto anziano – spiega l'assessore alle Politiche Sociali, Stefania Mariantoni - debole o meno abile è supportata dai servizi sanitari e sociali e da tutti coloro che, vicini al soggetto per diverse ragioni, si impegnano dedicando tempo e risorse. Il progetto nasce dall'idea che una'integrazione dei contributi porterà un risultato migliore in termini di qualità e di costi. A questo si aggiunge la considerazione che un tassello importante per la salute di anziani e meno abili è dato dal loro "empowerment", il sentirsi parte attiva e non solo passiva della comunità e del processo di cura".
"O.L.T.R.E." è un progetto, nato dalla collaborazione con l'Università La Sapienza e Solsonica, che intende diventare il tramite tecnologico attraverso cui ottimizzare la produzione, la distribuzione e il consumo di energia elettrica attuando un nuovo Welfare locale in un'ottica di "città intelligente" che non può prescindere dall'utilizzo di tecnologie in grado di interagire con i principali protagonisti della vita cittadina al fine di agevolarne il risparmio energetico con una forte ricaduta in termini economici. A ciò si aggiunge la volontà di promuovere lo sviluppo di nuove soluzioni tecnologiche che favoriscano la produzione e la gestione integrata a livello locale delle diverse fonti energetiche rinnovabili e dei sistemi di distribuzione, oltre che la loro integrazione con i sistemi nazionali e europei con ricadute di impatto territoriale, logistico e funzionale.
"E' con grande soddisfazione che la Giunta ha approvato i quattro progetti relativi alle smart cities, le città intelligenti, capaci di coniugare innovazione, ambiente e qualità della vita. Questa nuova visione e dimensione è il risultato integrato di una dimensione strutturale, cognitiva e pubblico-politica della città, che porta innovazione, sviluppo, economia e cultura e che fa dell'ambiente, dell'accessibilità, dell'innovazione e della sostenibilità il perno del proprio organizzarsi, ristrutturandosi in funzione di uno sviluppo sostenibile e di una migliore qualità della vita", commenta il sindaco Simone Petrangeli.

Tags: