TASI, modalità di calcolo per abitazione principale e pertinenze

Secondo quanto prevede l’Articolo 8 Capitolo 3 del Regolamento comunale, la TASI per il 2014, relativamente alle abitazioni principali e alle unità immobiliari ad esse equiparate di cui all’Articolo 13 Comma 2 del D.L. 6 dicembre 2011 n. 214, non può in ogni caso essere superiore all’IMU che il contribuente avrebbe dovuto pagare con le aliquote e le detrazioni deliberate nel 2012. Sono considerate pertinenze dell’abitazione principale solo le unità immobiliari classificate nelle categorie catastali C/2 (magazzini e locali di deposito), C/6 (box auto, rimesse, stalle, scuderie) e C/7 (tettoie chiuse o aperte), nella misura massima di una unità per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo. Entro tali limiti, alle pertinenze è riservato lo stesso trattamento tributario. Le altre pertinenze sono da considerarsi come altri immobili.

Esempio di calcolo:

I dati necessari per effettuare il calcolo del tributo dovuto sono quelli vigenti nell’anno 2014. Il contribuente dovrà effettuare due distinti calcoli:

a) calcolare la TASI 2014, con l’aliquota fissata dal Comune al 2,5 per mille;

b) calcolare l’IMU con l’aliquota fissata dal Comune nel 2012, pari al 6 per mille e applicando le detrazioni previste sempre nel 2012 di € 200,00 per abitazione principale maggiorata di € 50,00 per ciascun figlio convivente di età non superiore a 26 anni (per l’età del figlio e/o presenza si fa riferimento al 2014).

Confrontando i due risultati il contribuente dovrà pagare, a titolo di TASI 2014, l’importo minore.

Esempio 1:

Rendita catastale fabbricato: € 305,00
Percentuale possesso: 100%
Periodo possesso: 12 mesi
Presenza di due figli di età inferiore a 26 anni

TASI 2014: (305,00 + 5%) x 160 x 2,5/1000 = € 128,10
IMU: (305,00 + 5%) x 160 x 6/1000 – (200,00 + 100) = € 7,44

In questo caso nulla è dovuto dal contribuente poiché l’importo da versare (il minore tra i due) è pari ad € 7,00 ma essendo inferiore ad € 12,00 non è dovuto il pagamento.

Esempio 2:

Rendita catastale fabbricato: € 450,00
Percentuale possesso: 100%
Periodo possesso: 12 mesi
Presenza di due figli di età inferiore a 26 anni

TASI 2014: (450,00 + 5%) x 160 x 2,5/1000 = € 189,00
IMU: (450,00 + 5%) x 160 x 6/1000 – (200,00 + 100) = € 153,60

Il contribuente versa, a titolo di TASI 2014, la somma di € 154,00 (cioè l’importo minore tra i due).

Esempio 3:

Rendita catastale fabbricato: € 700,00
Percentuale possesso: 100%
Periodo possesso: 12 mesi
Presenza di due figli di età inferiore a 26 anni

TASI 2014: (700,00 + 5%) x 160 x 2,5/1000 = € 294,60
IMU: (700,00 + 5%) x 160 x 6/1000 – (200,00 + 100) = € 405,60

Il contribuente versa, a titolo di TASI 2014, la somma di € 295,00 (cioè l’importo minore tra i due).

Tags: 

Argomento: