NextSniaViscosa, chiusa la call internazionale. In 175 si candidano per Rieti

175 candidature (65 di team più 110 individuali) per un totale di 446 persone coinvolte; 30 candidature locali (di team più individuali); 27 candidature internazionali da oltre 10 paesi (tra questi Germania, Stati Uniti, Sudafrica, Nuova Zelanda, Taiwan) in rappresentanza dei 5 continenti; 115.000 visualizzazioni totali del sito NextRieti.it; 15.000 visualizzazioni internazionali da oltre 70 paesi; Oltre 7.000 utenti unici.
Sono questi i numeri più significativi del bando internazionale “NextSniaViscosa”, promosso da RENA, in collaborazione con Banca Monte dei Paschi di Siena e Comune di Rieti, con il supporto tecnico di snark space-making. Il bando, lanciato lo scorso 29 gennaio, si pone l’obiettivo di selezionare coloro che contribuiranno alla costruzione di una nuova visione di sviluppo per l’ex Snia Viscosa di Rieti, area industriale dismessa nel cuore della città.
Sarà una giuria di alto profilo a valutare le candidature, durante le prossime tre settimane, indicando i 10 profili che parteciperanno al periodo di residenza e co-progettazione che si terrà a Rieti dal 7 al 17 maggio 2015.
La giuria è composta da sette membri e coinvolge persone che in diversi contesti si sono occupati di progetti di riqualificazione territoriale e politiche di sviluppo locale: Fabrizio Barca, statistico e economista, Dirigente generale al Ministero dell’Economia e delle Finanze, già Ministro per la Coesione Territoriale; Andrea Di Benedetto, imprenditore, vice-presidente nazionale di CNA e presidente del Polo Tecnologico di Navacchio; Gianluca Salvatori, amministratore delegato della fondazione Euricse, presidente e amministratore delegato di “Progetto Manifattura Domani” a Rovereto; Carolina Pacchi, urbanista e ricercatrice in Pianificazione Territoriale e Ambientale presso il Politecnico di Milano; Palma Librato, architetto e coordinatrice scientifica del Festival Internazionale di Architettura “Pugliarch”; Annibale D’Elia, dirigente della Regione Puglia, coordinatore di “Bollenti Spiriti” (il programma della Regione Puglia rivolto ai giovani), membro della task force del MiSE sulle startup innovative (2012); Ernesto Somma, Professore ordinario di Economia industriale presso l’Università degli Studi di Bari, responsabile per i progetti speciali dell’Agenzia Nazionale per l’Attrazione degli Investimenti e lo Sviluppo di Impresa (INVITALIA). I vincitori trascorreranno 10 giorni insieme, negli spazi che la città allestirà per il loro co-working, all’interno dell’area ex Snia Viscosa, nei luoghi simbolo della città e del territorio. Si tratta di un percorso corale, all’insegna della trasparenza e della contaminazione creativa, cui prenderanno parte stakeholder e advisor locali, mentor di rilievo nazionale e internazionale e esponenti delle “comunità del cambiamento” aggregate negli anni da RENA.
A maggio, dunque, Rieti si trasformerà in un incredibile laboratorio a cielo aperto, in cui si sperimenteranno strategie di sviluppo urbano e territoriale. L’obiettivo è presto detto: attirare intelligenze e investimenti per connettere la città con altre realtà protagoniste dell’ecosistema dell’innovazione sociale e del progresso sostenibile.

Ulteriori informazioni sul progetto NextSnia: http://www.nextrieti.it

Tags: