Approvato il rendiconto 2015 con un avanzo di amministrazione di oltre 2 milioni e 100mila euro

Altro straordinario risultato raggiunto dall'Amministrazione comunale di Rieti. La Giunta ha approvato oggi, su proposta dell’assessore al Bilancio Paolo Bigliocchi, la delibera sul rendiconto della gestione economica e finanziaria per l'anno 2015 con un avanzo di amministrazione di oltre 2 milioni e 100 mila euro. Prosegue spedito il percorso di risanamento iniziato nel 2012 e i risultati sono oltre le aspettative: rispetto al 2011 le spese sono diminuite di oltre 8 milioni di euro e anche nel 2015 una diminuzione di 2 milioni di euro rispetto al 2014.

“Stiamo riducendo il colossale disavanzo di amministrazione ereditato - dichiara il sindaco Simone Petrangeli - e con esso i debiti verso fornitori e aziende. Ciò è stato possibile grazie all'impegno di tutti i settori che hanno comunque garantito servizi ai cittadini di qualità, senza aumenti nelle tariffe e tutelando i livelli occupazionali. Quando siamo arrivati, il Comune di Rieti era uno dei Comuni più indebitati d'Italia e ora è un Comune virtuoso per quanto concerne la gestione contabile, economica e finanziaria. Se non avessimo ereditato un Comune sostanzialmente in dissesto questo avanzo di amministrazione, unitamente a quello degli altri anni, sarebbe stato investito in servizi e opere a favore della cittadinanza. Stiamo rispettando il piano di rientro, ma non abbiamo aumentato le tariffe dei servizi a domanda individuale, non abbiamo aumentato i tributi locali e non abbiamo chiuso nessun servizio, garantendo i livelli occupazionali degli operatori impegnati nei servizi. Non possiamo accendere mutui per realizzare opere pubbliche, ma, nonostante ciò, stiamo portando avanti una politica di manutenzione della città e decoro urbano e stiamo lavorando con i fondi europei. Il lavoro che abbiamo davanti è ancora molto, ma quello che è già stato fatto ci permette di guardare con ottimismo al futuro, che sarà fatto di attenzione alle fasce sociali più deboli e di iniziative per lo sviluppo locale e per il lavoro.”

 

Tags: 

Argomento: