Domenica 19 marzo a Rieti il passaggio della Fiaccola Benedettina "Pro Pace et Europa Una"

Di ritorno da Bruxelles, la fiaccola Benedettina "Pro Pace et Europa Una" ha ripreso la sua marcia in Italia. I tedofori delle città di Norcia, Subiaco e Cassino, accompagnati dal Vice Sindaco di Norcia, Pietro Luigi Altavilla, domenica 19 marzo alle 19.15, dopo aver raggiunto l'Abbazia di Montecassino, dove si trovano le spoglie del patriarca d'Europa eil sacro Speco di Subiaco, luogo di preghiera di Benedetto, raggiungeranno Rieti dove saranno accolti in Cattedrale dal Vescovo, Mons. Domenico Pompili, che benedirà la fiaccola, dal sindaco Simone Petrangeli, dall’assessore al Turismo Vincenzo di Fazio e dal consigliere regionale Daniele Mitolo. Dopo una breve cerimonia, la fiaccola verrà deposta e custodita in cattedrale fino alle 11 di lunedì. Il percorso della Fiaccola, iniziato il 22 febbraio in Vaticano, terminerà il 25 marzo nella cittadina umbra. Quest’anno il percorso della fiaccolata ha assunto un significato particolarmente importante portando all’attenzione di Bruxelles il terremoto di Norcia e del Centro Italia proprio in occasione dei 60 anni del Trattato di Roma. L’iniziativa, è promossa dalle città benedettine di Norcia, Subiaco e Cassino. A scortare la fiaccola nel suo tragitto saranno le associazioni podistiche di Subiaco e Norcia, "Norcia Run", insieme ai gruppi sportivi militari e delle forze dell'ordine che stanno operano nelle zone colpite dal sisma. Ad accendere la fiaccola benedettina a Norcia, il 25 febbraio scorso, sulle macerie della Basilica di San Benedetto, è stato proprio un esponente della Protezione Civile; primo tedoforo del viaggio che riporterà il fuoco di Benedetto a Norcia.

Tags: 

Argomento: