Abbandono dei rifiuti, il Comune di Rieti acquista altre telecamere. Valentini e Domeniconi: “prosegue la linea dura contro chi deturpa l’ambiente”

Sulla scorta dei buoni risultati ottenuti con l’operazione “Tolleranza zero” contro l’abbandono dei rifiuti, il Comune di Rieti prosegue nel tentativo di reprimere un fenomeno odioso che compromette l’ambiente e danneggia l’intera comunità. Su iniziativa dell’assessorato all’ambiente guidato da Claudio Valentini e dell’assessorato alla Polizia Municipale guidato da Onorina Domeniconi, il Comune di Rieti ha acquistato un’ulteriore fornitura di telecamere che saranno in dotazione alla Polizia Municipale per implementare il servizio di controllo sulle aree più a rischio.

Nei mesi passati, grazie anche al protocollo di intesa con i Carabinieri Forestali, sono stati individuati decine di responsabili di abbandono dei rifiuti nell’ambiente, per i quali sono scattate sanzioni per circa 600 euro alle quali si aggiunge la pena accessoria della ripulitura del sito.

“Con la nostra Amministrazione è stata inaugurata una linea di lotta dura a quelle sacche di inciviltà che purtroppo continuano ad essere presenti sul territorio comunale – spiegano l’assessore all’ambiente, Valentini, e l’assessore alla Polizia Municipale, Domeniconi – Facciamo appello al senso civico dei cittadini a non rendersi protagonisti di comportamenti del genere e a segnalare all’Amministrazione comunale eventuali situazioni critiche ma siamo convinti che l’opera di sensibilizzazione non basti più e che, quindi, sia giusto proseguire con la linea dura. Grazie alle nuove telecamere saremo in grado di implementare i controlli e le sanzioni. La situazione sta migliorando ma purtroppo il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti è ancora significativo e noi abbiamo la ferma convinzione di combatterlo con ogni mezzo a disposizione”.

Tags: 

Argomento: