Scomparsa di Pietro Mennea

Oggi è una giornata di lutto non soltanto per l’atletica leggera, ma per lo sport mondiale. La notizia della morte di Pietro Mennea, il più grande velocista della storia dell'atletica italiana ha lasciato sgomenti tutti.

Con Rieti, questo grande campione, ha sempre avuto un feeling particolare. Sono in tanti a ricordare quando nel 1979, anno in cui vinse i 200 metri a Città del Messico con il nuovo record del mondo che resisterà per ben 17 anni, al meeting "Città di Rieti" stabilì il record nei 300 metri piani.

Oggi la nostra città vuole ricordarlo, con tristezza, ma anche con l’orgoglio di averlo avuto ospite, più di una volta, al Raul Guidobaldi come atleta e come uomo quando nell’edizione del 2000 fu tra gli ospiti del Meeting di Atletica Leggera.

E’ per questo motivo che l’assessorato allo Sport del Comune di Rieti, in accordo con la Studentesca Cariri, ha intenzione di rendere omaggio a questo grande campione proponendo di intitolare a suo nome il nuovo pistino di atletica che accoglierà i campioni di domani. Perché la volontà, la determinazione e la modestia del campione e dell’uomo Pietro Mennea siano la migliore guida per tutti i giovani che si avvicinano e si avvicineranno in futuro all’Atletica leggera.

Nei prossimi giorni procederemo all’ufficialità attraverso atti e determinazioni che permetteranno l’attuazione dell’iniziativa.

Questo quanto dichiara l’Assessore allo Sport, Alessandro Mezzetti.

Tags: 

Argomento: